ARAZZO EUROPEO, BEAUVAIS, FRANCIA, FINE XIX SECOLO, QUALITA' MOLTO FINE. Da collezione (collectable).

"Certificato di Perizia (Expertise)" Cliccare sulla foto per vedere i particolari

N. 20004, Arazzo Beauvais, Francia.

Misura: altezza 162,5 cm x larghezza 155 cm = 2,51 mq

Lavorazione: intrecciato a mano sul telaio verticale ad alto liccio. La tecnica della lavorazione è simile alle manifatture francesi dei Gobelins e di Beauvais.

Densità degli intrecci: La densità degli intrecci di lana in un metro lineare di larghezza e di lunghezza è di 1000 fili e in un metro quadrato è di 1.000.000. La densità degli intrecci di seta, utilizzata in quantità minore rispetto agli intrecci di lana, in un metro lineare di larghezza e di lunghezza è di 1.800 fili e in un metro quadrato è di 3.240.000.

Spessore: 2 mm.

Qualità: Lavorazione molto fine con gli intrecci fitti.

Disegno (la decorazione): campestre "il giardino".

Soggetto: "Il giardino" con figure umane, putti e pecore. Descrizione del disegno: "L'arazzo riproduce con minuziosa particolarità un angolo di un giardino "Eden" con quattro giovani (due dame, una pastorella e un ragazzo), le pecore, la capra, il gallo, il tutto inglobato in un Parco. In secondo piano si vede una fontana di marmo sormontata da due statue di putti dalla quale scende una cascata d'acqua. La fontanella è affacciata su un laghetto e bosco di alberi il cui aspetto, verde con tinte estive verde-giallo, si dispiega nel cielo. Alla base delle figure umane, nell'angolo inferiore destro, un cesto di fiori accanto a una gabbietta di cardellini, e nell'angolo inferiore sinistro, un gruppo di pecore e caprette che si riposano e si abbeverano vicino alla loro pastorella. La visione scenografica è rinforzata dai brillanti effetti della luce solare che si riflette sulle foglie e sulle figure, e che determina anche striature lucenti sul velo dell'acqua traboccante dalla fontanella e del laghetto. La scena è racchiusa in una bordura che simula una cornice floreale "mazzi di rose". Questa ricca bordura floreale incornicia la scena di questo raffinato arazzo, che è di dimensioni contenute; la decorazione raffigura un momento di riposo al pascolo del gregge, all'ombra degli alberi accanto alla fontana e al ruscello dell'acqua, dove le quattro figure sono in buona compagnia tra di loro, gli animali, i fiori, il cardellino rinchiuso nella gabbia e la natura che li circonda. Il motivo di quest'arazzo è particolare poiché sembra un'immagine che il pittore ha dipinto e di seguito l'arazziere maestosamente ha realizzato.

Note sul disegno e probabile l'origine: Il motivo e il soggetto di quest'opera hanno delle somiglianze agli arazzi francesi della cittadina "Beauvais" situata nella Regione nordorientale "Piccardia" della Francia. Le manifatture degli arazzi di Beauvais iniziarono la loro attività nel 1664 quando il ministro di Luigi XIV, Colbert, patrocinò la nascita della Manifattura Reale, sotto la direzione dell'arazziere Louis Hinart. Erano realizzati arazzi con figurazioni di piante, fogliame, paesaggi boscosi con uccelli e altri animali che, in seguito, si arricchirono anche con l'inserimento di personaggi. Gli arazzi della manifattura di Beauvais gareggiarono con la fabbrica dei Gobelins, avvalendosi di disegnatori e pittori come Jean-Baptiste Oudrey e Francois Boucher. Verso la fine del 1700, si avvantaggiano modelli che ritraggono scene di gruppi campestri su fondo chiaro, inquadrati da panneggi e arbusti con una ricca cornice (bordura) floreale.

Tinte

La tinta del fondo (campo): Beige.

La tinta del bordo (la cornice esterna): verde oliva e verde pistacchio.

La tinta della cornice interna: verde oliva.

La tinta del fondo della fascia centrale della bordura: verde oliva.

Le tinte delle lavorazioni in filati di seta: rosa, bianco ed oro.

Le tinte delle lavorazioni in filati di lana elencati in ordine di lavorazione dall'alto in basso: beige, giallo oro, verde pistacchio, verde oliva, marrone nocciola (d'orato), verde petrolio, rosa antico, rosso mattone, marrone scuro (testa di moro), rosa quarzo, rosa corallo, giallo zafferano chiaro, rosa ciclamino, verde marrone, blu scuro e verde turchese.

Totale delle tinte utilizzate: diciannove.

Materiali

La qualità dell'ordito: filati di lana naturale fini e ben ritorti.

La qualità della trama: filati di lana naturale fini e ben ritorti.

La qualità degli intrecci: filati di lana naturale fini e filati di seta naturale, ben ritorti con una riuscita e gradevole tinteggiatura.

Datazione: probabilmente, fine diciannovesimo secolo.

Stato di conservazione: Buono.

La superficie decorata: buona (integra, in quattro angoli presenta un piccolo foro per il collegamento con i due bastoncini di legno usati per appendere l'arazzo).

I bordi: buoni (integri).

Le macchie: assenti.

La superficie: buono.

I bordi: buone.

Collezione privata: Rho (Milano)

Data della perizia: 22 settembre 2015

Stima valore: tenendo conto dei valori aggiudicati nelle aste internazionali e del mercato degli arazzi, ritengo che la stima del prezzo dell'arazzo preso in esame sia compreso in una forbice che va da Euro 12.000,00 (dodicimila) a Euro 16.000,00, (sedicimila).

Particolari: Cliccare sulla foto per vedere l'immagine più grande

Figure dell'arazzo steso al sole.

Angolo (cantonale) dell'arazzo steso al sole.

Conta intrecci

Immagine del retro dell'arazzo steso al sole.

Punzonatura del perito Hossein - Fayaz Torshizi sul retro dell'arazzo.

Immagine dell'arazzo steso al sole.

Immagine dell'arazzo più grande

Firmato: perito camerale e del Tribunale di Rimini* Hossein - Fayaz Torshizi

* - delibera della giunta camerale della Camera di Commercio I.A.A. di Pesaro del 19 novembre 1981, posizione n. 21 per: categoria VI - tessili, sub-categoria 29 tappeti ed arazzi nazionali ed esteri;
- determinazione dirigenziale n. 346 del 11.07.2003 della Camera di Commercio I.I.A.A. di Rimini conformemente al parere della Commissione Provinciale per la formazione del Ruolo dei Periti e degli Esperti (verbale n. 2 del 10 luglio 2003);
- Il 20 maggio 2015 la Commissione per la formazione del Ruolo dei Periti e dei Consulenti Tecnici istituita presso il Tribunale di Rimini ha ammesso l’iscrizione di Hossein – Fayaz Torshizi all’albo dei C.T.U. (consulenti tecnici di ufficio, materia civile) e dei PERITI (materia penale) nell'Albo dei Consulenti Tecnici e dei Periti di tappeti ed arazzi nazionali ed esteri del Tribunale di Rimini. NR. d'iscrizione 195, Data 14/07/2015 ( http://www.tribunale.rimini.giustizia.it/ricerca_ctu.aspx ). Vedi Profilo).

Per chiedere informazioni su questo arazzo:

Descrizione

Dimensioni

Stima valore

Cognome e nome

Indirizzo

Città

Stato

CAP

E-mail (informazione indispensabile per ottenere una risposta)

Telefono

Messaggio

Home Page - info@fayaz.it

Hossein - Fayaz Torshizi © 2000-2017 Fayaz.it. All Rights Reserved

-----------contatore visite dal 4 gennaio 2017: